Che vita sarebbe senza sogni? Una vita senza fantasia, desideri, aspirazioni.

Perché leggere questo blog? Perché una volta qualcuno ha detto "Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni, e nello spazio e nel tempo d'un sogno è racchiusa la nostra breve vita" (William Shakespeare)

giovedì 10 marzo 2011

Un gioco... bizzarro!

Non so se il mio subconscio stia subendo qualche cosa di strano, ma anche stanotte ho sognato una persona famosa: Amy Winehouse.
Molte volte mi capita solamente di sognare persone famose lì, accanto a me; altre volte sono nel bel mezzo di un azione; altre volte ancora sono solo di passaggio. Amy Winehouse è tra queste ultime.

Il sogno in realtà iniziava in un altro modo: era tutto molto confuso e se dovessi mettere in ordine cronologico le vicende, non lo saprei fare.
Mi ricordo che stavo partecipando a un gioco che prevedeva degli spostamenti in tutta la città. Non sapevo a cosa stavo andando incontro, tanto meno le regole; sapevo solamente che per tutto il percorso del gioco io avrei avuto delle guide (un po' come Dante nella Divina Commedia: sì, è questa l'impressione che mi hanno fatto!) che mi avrebbero illustrato cosa fare e una volta superato il livello mi avrebbero lasciato alla guida del livello successivo.
Ma all'inizio ero con mio padre. Eravamo in macchina ed è successo proprio in quel momento: guardando alla mia sinistra c'era Amy Winehouse che passeggiava per le strade della mia città con una sigaretta in mano. Stupita, mi volto verso mio padre per comunicargli l'accaduto e quando guardo nuovamente fuori Amy ha i capelli biondi e un lungo vestito rosa!!! Poi passa in mezzo a delle auto (quindi io la perdo di vista) e quando riesco di nuovo a vederla i suoi capelli e i suoi vestiti sono ritornati normali. Ma poi di nuovo: capelli biondi e vestito rosa.

Comunque! Arrivata alla prima tappa del gioco le mie guide erano un gruppo musicale a me TOTALMENTE sconosciuto.
Ci troviamo improvvisamente nel pianerottolo di casa mia (al piano terra) e le mie guide mi fanno una sorta di indovinello: la risposta ha a che fare con l'ascensore. Così apro l'ascensore e ne esce fuori una ragazza (che non conosco) con una fascia nei capelli, un po' robusta e bassina. Sta ridendo perché uscendo dall'ascensore è inciampata e rischiava di cadere per terra: sarà lei la mia nuova guida! Ogni nuova guida, inoltre, consegna un premio alla guida precedente, che è riuscita a condurmi da quella nuova: il premio per quel gruppo musicale è un gigantesco salvadanaio di ceramica a forma di porcellino.
Appena il gruppo musicale va via e io devo continuare il mio percorso con quella simpatica ragazza, la sveglia suona e il mio sogno si spegne.

Sono MOLTO confusa: forse è la prima volta che sogno di fare un gioco che letteralmente NON ESISTE!

Intanto sto continuando a cercando di capire perché sogno persone famose o che cosa possa significare.

P.S.: Santo Cielo!!! Amy Winehouse era davvero bionda una volta!!!

1 commento:

  1. a me capita di sognare di essere famoso... ma diciamo che rimango immedesimato sempre in un più o meno me stesso ;)
    grazie per la gentile visitina,
    buon weekend e a presto ;),
    marco

    RispondiElimina