Che vita sarebbe senza sogni? Una vita senza fantasia, desideri, aspirazioni.

Perché leggere questo blog? Perché una volta qualcuno ha detto "Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni, e nello spazio e nel tempo d'un sogno è racchiusa la nostra breve vita" (William Shakespeare)

giovedì 2 dicembre 2010

Denti...di nuovo!

Avevo scritto qualche tempo fa che avevo sognati che mi cadeva una mola. Ora, invece, ho sognato più volte che tutti i denti mi si muovono e devo fare di tutto per evitare che cadano. Adesso, io non sono una che in fatto di sogni dice "Dai, era solo un sogno!" quindi ho fatto le mie piccole ricerche.
Dato che non penso che le interpretazioni di Freud siano le più appropriate, ho avuto l'idea di cercare cosa significhi "denti" in un altro libro: la Bibbia! Ho scoperto che moltissime volte vengono nominati i denti come metafora. I denti in questione, nei salmi di Davide, sono sempre i denti dei suoi acerrimi nemici. Davide era perseguitato dai suoi nemici e nei suoi salmi si può leggere che chiedeva a Dio di liberarlo come già aveva fatto in passato. Quello che interessa a noi è proprio il MODO in cui Davide chiede a Dio di liberarlo dai suoi nemici: egli chiede che "i denti dei nemici si rompano in bocca" o semplicemente "cadano".
Nei vari commentari biblici questa figura di rompere i denti viene proprio spiegata come la sconfitta dei nemici! Inoltre i nemici di Davide lo ferivano con le parole, che vengono pronunciate mediante la bocca, nonché la sede di denti e lingua.

Come collegare allora questo significato a ciò che sto vivendo io in questi mesi? Facile. Ho tantissime persone che mi odiano, che sono mie nemiche. Quello che ho sempre chiesto è che queste persone smettano di perseguitarmi con le loro orribili parole. Forse è proprio questo il segno di conferma che i miei nemici sono stati sconfitti!

[Scusate: faccio questa piccola parentesi per dire che ho fatto la mia ricerca settimane fa e la sto mettendo per iscritto solamente adesso. Da ormai una settimana non sogno più che mi cadono i denti.]