Che vita sarebbe senza sogni? Una vita senza fantasia, desideri, aspirazioni.

Perché leggere questo blog? Perché una volta qualcuno ha detto "Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni, e nello spazio e nel tempo d'un sogno è racchiusa la nostra breve vita" (William Shakespeare)

venerdì 24 settembre 2010

Sogni infranti

Forse sogno troppo velocemente. Avete presente quando si dice "devi sapere leggere sopra le righe"? Beh, credo che io sappia leggere molto più di "sopra le righe". Anzi: non ci sono addirittura alcune righe su cui leggere! Tutti quegli sguardi, quelle risate, quelle braccia che si sfioravano fin troppo casualmente... Quando capitano queste cose le ragazze iniziano a pensare a mille idee su cosa voglia davvero significare tutto ciò. Ma sapete una cosa? Tutti quei sogni che ci facciamo non sempre sono veri!
Quegli sguardi potevano essere solo per il fatto che lui è un tipo che osserva molto quello che gli sta intorno; quelle risate perché, alla fine, siamo tutti persone molto socievoli e simpatiche; e quelle braccia... forse si sfioravano davvero solo per una casualità! Casualità...
Ma come facciamo adesso a vedere tutto sotto un altro aspetto? sotto una luce che non avevamo considerato: quella di essere solamente persone simpatiche con cui trascorrere una bella giornata a mare.
Perché sì, alla fine di tutto vedi per sbaglio che nel desktop del suo cellulare c'è la foto di lei... la foto di lei... Eh beh fa male, si sa. Magari non è più bella di te, magari non è per niente simpatica ma è quella che lui desidera o (e questo fa più aura) quella che ama.
E anche se è stata proprio lei a ferirlo quella prima volta, non appena riceve di nuovo attenzioni il nostro lui cade ai piedi di quella, come un salame. Perché stiamo comunque parlando di un bel salame, uno di quelli rari; ed è questa la cosa più triste, il fatto che sia raro, sensibile, bello, intelligente...tutto insieme. Insomma: il principe dei sogni si presenta, scherza con voi, vi sfiora le mani e cosa pensare se non che ci sia qualcosa nel profondo?
Oh beh certo, c'è sempre l'altra versione: a lui siete piaciute veramente ma al pensiero della ex, si sa, nessuno resiste.
E poi lui, seduto accanto a voi, sorride. Ma non ci accorgiamo mica del perché: allora glielo chiediamo, immaginando che sia solamente felice di stare con noi. E invece no, perché risponde "Oh niente, sto chattando con X"
...
Questa non è una lettera, non è una dichiarazione d'amore e non è diretta a un pubblico vasto. "Esternare i propri pensieri" ecco il perché di questo blog. Non ho bisogno di audience, non mi chiamo "Canale 5" o "RTL 102.5". Ragionare su queste cose fa bene e magari le medesime situazioni stanno accadendo a migliaia di persone su questo pianete. Forse pensate che tutto ciò abbia un messaggio indiretto come "Non innamoratevi mai". No. Innamorarsi fa bene. Siamo destinati a innamorarci. L'amore è bello così: quando ti sembra sia il tuo LUI e invece lo ricorderai solo come una buffa incomprensione. L'amore è bello così? Ma ne siamo proprio sicuri? Rideremo, è vero. Ma adesso? Che si fa? Doverlo vedere ogni giorno con la sua lei. E magari si sposeranno anche, e allora sì che ci sarà da ridere!
LEI! Proprio quella che l'ha ferito di più! Quella che gli ha detto: "Basta. Facciamola finita!" senza alcun ripensamento. E ora che se lo vede spuntare dopo molti anni, lo vuole indietro. Perché? Perché?
Ci struggiamo così tanto per scegliere i giusti vestiti, i profumi che potrebbero piacergli mentre lui, nonostante quei lunghi discorsi insieme, sta solamente facendo nuove amicizie (con noi). Eh sì, perché quella che vuole è lei.
Perché siamo fatti così. Già. Lo dice pure la sigla del "corpo umano" (io lo odiavo).

Nessun commento:

Posta un commento